Casa della Memoria

“Transumanza” la videoinstallazione alla Casa della Memoria

A partire dal 4 Dicembre 2018, alla Casa della Memoria è possibili visitare l'installazione "Transumanza", per ricordare che nessun uomo è un'isola.

Tradizioni, uomini, animali, prodotti e territori lontani tra di loro possono stabilire un accordo fecondo. Perché spostarsi è nella nostra natura. Una lezione da riscoprire nell’Europa di oggi.

La transumanza di epoca moderna non ha niente dei pascoli nomadi, è spesso un esodo tragico dalla fame e dalle guerre, su barconi alla ventura nel Mediterraneo, sempre alla prese con nuovi muri.

Le migrazioni stagionali del passato ci consegnano invece un concetto di frontiera mobile, vaga e indeterminata, che si sposta continuamente. Perché spostarsi è nella natura dell’uomo. La frontiera è un luogo di tensione e contrasto, ma insieme di relazione e di incontro. Una linea di transito che mette in collegamento realtà lontane e differenti: territori, uomini, animali, saperi e mestieri diversi si parlano e trovano un’intesa feconda.

L’installazione costruita utilizzando tubi innocenti, cancelli di ferro e materiale edilizio ha la forma di un cantiere volto all’incontro e allo scambio reciproco, ma è anche una mappa reale e sensibile alla vista per orientarsi nel tempo e nello spazio.

Il cantiere è diviso in quattro spazi: uno dedicato al viaggio, una grande giostra dove scegliere il cammino; una installazione sonora interattiva dove ascoltare testimonianze e suggestioni sonore dal passato; uno spazio teatro che ogni giorno ospiterà concerti, conferenze ed eventi a tema; infine un’area dedicata al futuro, un grande telaio dei sogni dove ognuno sarà invitato a lasciare una testimonianza dei propri desideri.

DOVE: Casa della Memoria, via Federico Confalonieri, 14

QUANDO: dal 4 Dicembre 2018 al 6 Gennaio 2019

ORARIO: tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00

PREZZO: gratuito

INFORMAZIONI: www.teatropanemate.it

Casa della Memoria