tram di milano

Aperto un bando per la demolizione di 42 tram di Milano

42 tram d’epoca destinati ad essere demoliti: la petizione per salvarli.

Ecco una petizione di alcuni cittadini milanesi: “Salviamo i tram dalla demolizione”, s’intitola, e si riferisce al tentativo di evitare che “Atm demolisca i tram interurbani conservati nel deposito di Desio, in Brianza”.

Secondo quanto scrivono gli appassionati, “l’azienda dei trasporti milanese ha indetto un bando: chi se lo aggiudica, entro il 18 ottobre, ha l’obbligo di demolire i convogli. Che in tutto sono 42, molti dei quali risalenti agli anni Venti e Trenta: fra questi ci sono anche i vecchi “gambadelegn” che collegavano la città alla provincia, da Abbiategrasso a Vimercate, da Limbiate all’Adda”.

Si tratta di “esemplari ormai unici, come la ‘Littorina’ 114 che nel 1935 raggiunse la velocità record di 80 km/h sulla linea da Monza a Milano – percorsa in 15 minuti – stabilendo il primato di velocità italiano e contribuendo a dare lustro all’industria italiana del periodo. Ma anche dal punto di vista estetico, con le loro linee ‘belle epoque’, questi mezzi sono evocativi di un’era ormai scomparsa”.

Di qui la richiesta di modificare il bando di demolizione in modo che almeno i tram più particolari e storici siano salvati per il futuro Museo dei trasporti milanesi e lombardi.

Il bando è finalizzato alla bonifica (e alla dismissione) del deposito di Desio, anche dall’amianto: nel contesto di questa bonifica Atm chiede che chi si aggiudicherà la gara provveda alla demolizione dei tram.